Sei in: Home - Economia - L'azienda Festa condannata per condotta antisindacale
Lavoro

L'azienda Festa condannata per condotta antisindacale

cgil

La Filcams Cgil Roma est aveva denunciato il call center del Gruppo Snai  

Ieri, il Tribunale di Roma ha dato ragione alla Filcams Cgil di Roma est contro l'azienda Festa - call center del Gruppo Snai - riconoscendo "la sussistenza della condotta antisindacale dell'azienda e dunque la lesione del diritto protetto appunto dall'art. 28 dello Statuto dei Lavoratori". Lo comunica Cgil in un comunicato stampa.
"Un accordo siglato tra la Fistel Cisl, sindacato privo di rappresentanza aziendale e la Festa - dichiara Ernesto Rocchi, segretario generale della Cgil di Roma est - prevedeva il superamento del CCNL e l'introduzione del contratto individuale per le lavoratrici e i lavoratori. Coloro che non hanno sottoscritto quell'accordo sono stati trasferiti da Roma a Lucca. Con questo decreto il giudice ha riconosciuto il diritto dei lavoratori e delle lavoratrici all'applicazione del contratto nazionale e impedito in tal modo una pericolosa deriva che, stravolgendo il concetto di rappresentanza e rappresentativita', avrebbe ridotto i diritti e le tutele dei lavoratori ed escluso la Cgil da una rappresentanza legata al consenso da questi ricevuto".
"Il pronunciamento del Tribunale - dichiara l'avv. Pierluigi Panici, legale della parte ricorrente - e' doppiamente importante perche' sanziona da un lato il comportamento datoriale finalizzato a privare i lavoratori iscritti alla Cgil del contratto collettivo nazionale, dall'altro la delegittimazione da parte dell'azienda del ruolo del sindacato come agente contrattuale. L'azienda ha infatti trattato con un sindacato inesistente in azienda, escludendo l'unico, la Filcams Cgil, di fatto presente".

Social networks