Sei in: Home - Cronaca - Casilina, 40enne stuprata davanti ai passanti: il video
Violenza urbana

Casilina, 40enne stuprata
davanti ai passanti: il video

Polizia, auto e agente

Violentata in pieno giorno davanti agli occhi dei passanti in via Casilina vecchia. La vittima è una donna romena. Mentre era in stato confusionale, due connazionali hanno abusato di lei, minacciandola con un sasso. All'arrivo dei poliziotti lo stupro era ancora in corso DI MARCO CARTAIL VIDEO DI MARCO PETRUZZELLI

Violentata ripetutamente in pieno centro davanti agli occhi dei passanti. È la drammatica vicenda di una donna romena di 40 anni che ieri pomeriggio ha vissuto attimi di terrore, costretta, sotto minaccia, a subire ripetuti rapporti sessuali contro la sua volontà. Mentre era in uno stato di totale incoscienza, due connazionali hanno abusato di lei violentandola intorno alle due del pomeriggio, davanti a tutti i passanti, sotto le mura Aureliane all'interno dell'aerea archeologica in via Casilina vecchia, a ridosso della tangenziale.

LA DINAMICA - Ad avvisare la Polizia intervenuta sul posto è stato uno dei tanti cittadini che hanno assistito alla scena: “Correte c'è una donna che ha bisogno di aiuto”. All'arrivo della volante Zara 7 lo stupro era ancora in corso, come raccontano gli agenti nel video del reporter Marco Petruzzelli (youtube.com/reportermarco). Uno dei due la teneva ferma minacciandola con una pietra, mentre l'altro stava sopra di lei e la violentava, tenendo una mano sulla bocca, così da impedirle di gridare. Alla vista degli agenti l'uomo con la pietra in mano, che già aveva abusato della donna, ha gettato il sasso provando a fuggire. Inutilmente, perché gli agenti avevano ormai presidiato tutte le vie di fuga dell'area, un rifugio per senzatetto che già era stato sgomberato lo scorso anno.

VIOLENTATORI UBRIACHI - Entrambi i romeni, rispettivamente di 25 e 37 anni, sono stati tratti in arresto. Dalle successive analisi si è appurato che erano completamente ubriachi. La donna, invece, si trovava in totale stato di incoscienza; è stata portata al Policlinico Umberto I. Non si esclude fosse stata preventivamente drogata.

Marco Carta

Social networks